Villa d’Adige di Badia Polesine (RO) – Festa regionale della polenta

Data dall’8 al 25 Settembre
Descrizione

 E’ pur vero che il nostro Polesine non ha eccessiva copia di glorie storiche, sta il fatto pero’ che frugando e rifrugando nelle vecchie carte qualcosa di buono salta fuori, anche se si tratta di storia minore. La quale, a dire il vero, è quella migliore, perchè incruenta, come è questa, per esempio, della polenta.
Anche se non ci fossero documenti inequivocabili che stabilissero il Polesine come prima culla in Italia della gialla e morbida e pacioccona vivanda, che cosi’ volentieri si sposa col baccalà o con gli uccelli, col pesce o col sano formaggio di latte di mucca delle nostre campagne, (di quello senza etichette e senza pubblicità radiofonica) o con infinite altre specie di vivande, ci sentiremmo di doverlo affermare ugualmente in base ad una convinzione morale che è in ciascuno di noi, poiché girando per l’Italia la polenta la troviamo un po’ dovunque, ma qua condita con una cosa, là con un’altra;qui dura, li’ molle; in un paese a grana grossa, nell’altro troppo fine; ma la vera polenta, quello che è soltanto polenta, mangiata calda o fredda o abbrustolita davanti al riverbero diretto della fiammata di sterpi sul focolare o sulla graticola generalmente intrisa di un vago profumo di arringa e braciola di maiale e pancetta e pesce arrosto, quella polenta la troviamo soltanto da noi, nel nostro Polesine e nei paesi con esso confinanti delle province limitrofe.
“Una gloria veneta” è definito il mais, o granoturco, dal Messedaglia, il celebre medico e studioso che fu’ presidente dell’Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona, nelle sue “Notizie storiche sul mais” pubblicate nel luglio del 1924 sul Quaderno Mensile dell’Istituto Federale di Credito per il Risorgimento delle Venezie.Oltre che gloria veneta poi il Messedaglia è lieto di definire la polenta gloria veronese-polesana, piazzando la base delle coltivazioni italiane a Villabona, il paesino cioè che nel 1867 muto’ il proprio nome in quello moderno Villa d’Adige.

(fonte sito ufficiale)

 

 

Link  Sito ufficiale

(è vivamente consigliato controllare il sito ufficiale dell’evento per eventuali news e aggiornamenti)
Ente organizzatore:Gruppo Culturale Polentari
 
L’Editore di Regione in Festa comunica che la raccolta delle pubblicità è gestita da agenzie pubblicitarie in totale autonomia.
Share This Post On