Venezia – Il Carnevale

Data evento:  7 – 17 febbraio
Descrizione:

Una delle manifestazioni più antiche e rinomate d’Italia si svolge a Venezia nel mese di febbraio, il famoso Carnevale. Nato all’inizio del secolo XI, si hanno testimonianze ufficiali del suo svolgimento in un documento del 1094, in cui si fa riferimento a giochi e divertimenti pubblici denominati appunto Carnevale. In epoca antica i festeggiamenti duravano ben sei settimane, durante le quali tutti i cittadini indossavano maschere e costumi e si riversavano per le vie della Serenissima indipendentemente dalla classe sociale di appartenenza. Con ogni probabilità il Carnevale veneziano fu istituito dalle oligarchie cittadine per concedere, soprattutto ai ceti più bassi, un periodo interamente dedicato al divertimento e per illudere di una certa uguaglianza tra popolino e classi sociali elevate. Infatti, grazie alle maschere, tutti i partecipanti restavano nel totale anonimato e ciò garantiva una sorta di livellamento sociale. Questa festa assunse una tale importanza in città da bloccare quasi completamente tutte le attività commerciali cittadine durante il periodo dei festeggiamenti; tutta la popolazione assisteva a spettacoli di giocoleria, balletti, spettacoli teatrali, burle ed esibizioni di varia natura. Con l’affermarsi di questa celebrazione alcuni artigiani veneziani iniziarono a specializzarsi nella creazione di maschere e costumi, creati con cartapesta, gesso, argilla e garza successivamente decorati e colorati. Nacquero alcuni travestimenti tipici, il più famoso dei quali è la Baùta, una maschera bianca dal naso pronunciato che indossa un lungo mantello nero, ancora oggi ampiamente usata dai partecipanti della manifestazione. Durante il Carnevale di Venezia si svolgevano due eventi molto amati e seguiti: la Festa delle Marie e il Volo dell’Angelo. La Festa delle Marie è di origine controversa, ma sicuramente molto antica; il 2 febbraio, giorno della purificazione di Maria, dodici ragazze dei ceti più bassi venivano benedette presso la Basilica di San Pietro di Castello e a loro venivano concesse delle cospicue donazioni dalle famiglie aristocratiche cittadine per migliorare la dote nuziale. In seguito al rapimento delle dodici donne da parte di alcuni pirati, successivamente liberate e riportate in laguna dai valorosi uomini veneziani, si decise di istituire la Festa delle Marie, durante la quale il corteo di fanciulle sfila per tutta la città accompagnato da balli e danze collettive. Questo evento fu abbandonato  nel 1379, durante la guerra fra Venezia e Chioggia, per poi essere istituita nuovamente ben seicento anni dopo, nel 1999 per volontà di Bruno Tosi.
Il cosiddetto Volo d’Angelo nacque a metà del secolo XVI, quando, durante un’edizione del Carnevale, un acrobata russo riuscì a raggiungere la cima del campanile di San Marco camminando su una lunga corda legata ad una barca. Da questo momento la Serenissima decise di ingaggiare ogni anno un funambolo professionista per compiere l’impresa, ma ben presto iniziarono a cimentarsi nell’impresa anche alcuni valorosi giovani veneziani. Nel 1759 l’esibizione finì in tragedia e la festa subì alcuni cambiamenti: l’acrobata venne sostituito da una grande colomba di legno e l’evento prese dunque il nome di Volo della Colombina.  Oggi questa ricorrenza non si svolge più il Giovedì Grasso, bensì la prima domenica di festa. A partire dall’edizione del 2001 si è tornati alla vecchia versione del Volo d’Angelo, che vede quindi una persona in carne ed ossa compiere il lancio dal campanile di San Marco.
Il Carnevale della Serenissima è sicuramente un evento unico, dove colori, musica, balli e tradizioni rendono ancora più incredibile la fantastica cornice della città di Venezia. Certamente da non perdere!

(La Redazione)

Link:

 Sito Ufficiale

(è vivamente consigliato controllare il sito ufficiale dell’evento per eventuali news e aggiornamenti)
Ente organizzatore: Ve.La S.p.A.

 

L’Editore di Regione in Festa comunica che la raccolta delle pubblicità è gestita da agenzie pubblicitarie in totale autonomia.
Share This Post On